“Café Society” di Woody Allen

Da sabato 1° ottobre

Giovedì, Venerdì, Lunedì: 21.00
Sabato: 20.30 – 22.30
Domenica: 15.00 – 17.00 – 19.00 – 21.00

Café Society

New York, anni Trenta. Bobby Dorfman lascia la bottega del padre e la East Coast per la California, dove lo zio gestisce un’agenzia artistica e i capricci dei divi hollywoodiani. Seccato dall’irruzione del nipote e convinto della sua inettitudine, dopo averlo a lungo rinviato, lo riceve e lo assume come fattorino. Bobby, perduto a Beverly Hills e con la testa a New York, la ritrova davanti al sorriso di Vonnie, segretaria (e amante) dello zio. Per lui è subito amore, per lei no ma il tempo e il destino danno ragione al sentimento di Bobby che le propone di sposarlo e di traslocare con lui a New York. Ma il vento fa (di nuovo) il suo giro e Vonnie decide altrimenti. Rientrato nella sola città in cui riesce a pensarsi, Bobby dirige con charme il “Café Society”, night club sofisticato che diventa il punto di incontro del mondo che conta. Sposato, padre e uomo di successo, anni dopo riceve a sorpresa la visita di Vonnie. Con lo champagne, Bobby (ri)apre il cuore e si (ri)apre al dolce delirio dell’amore.

“La sera dei miracoli”: risate al teatro Ratti

 la_sera_dei_miracoli_piccolo

La Compagnia teatrale amatoriale di recente formazione, ‘Ridi per caso’presenta il terzo spettacolo prodotto in totale autonomia.

La sera dei miracoli è l’ultima fatica realizzata da Riccardo Galizia, che oltre che autore è anche interprete dello spettacolo affiancato da Miriam Errico e Riccardo De Luca. L’appuntamento è per venerdì 10 giugno alle ore 21 al teatro Ratti.

Oltre al divertimento lo scopo degli attori è quello di devolvere gli incassi delle rappresentazioni a scopo benefico per creare una forte collaborazione con le associazioni di volontariato, al fine di accomunare la passione per il teatro alla solidarietà. Questa nuova commedia, come la precedente esplora il rapporto delle persone con la fede: un gruppo di parrocchiani è pronto per partire per un pellegrinaggio a Lourdes: le attese dei pellegrini sono però molto distanti da quanto invece richiederebbe un viaggio di fede e devozione.

L’incasso sarà devoluto all’associazione Alomar di Legnano.

“Julieta” di Pedro Almodóvar

Da giovedì 9 giugno a lunedì 13 giugno

Giovedì e Lunedì: 21.00
Sabato: 20.30 – 22.30
Domenica: 15.00 – 17.00 – 19.00 – 21.00

Julieta

Julieta ha deciso di lasciare la Spagna per il Portogallo, dove si trasferisce l’uomo che ama. Sgombra la casa e ingombra i cartoni di cose e ricordi, tracce forti di un passato che riemerge implacabile. L’incontro casuale con Beatriz, amica d’infanzia di sua figlia, la convince a restare a Madrid. Quella riunione è un segno, quello che aspetta da tredici anni, il tempo che la separa da Antía. Figliola prodiga partita per sempre, Antía ha fatto perdere ogni traccia di sé a quella madre senza colpa che incolpa. Julieta attende come Penelope appesa a un filo e a un diario che svolge la sua storia. Poi il destino le consegna una lettera.

“Mamma mia dammi cento lire”

Immagine

L’Assessorato alla Cultura in collaborazione con il Cineforum Marco Pensotti Bruni e  Cineproposta organizza tre serate dedicate alla Festa della Repubblica Italiana dal titolo “Mamma mia dammi cento lire” Quando a emigrare eravamo noi”.

Programma:

Martedì 7 giugno ore 20.45 Cinema Ratti – Corso Magenta 9 – Legnano

  “Nuovomondo” film di Emanuele Crialese. Introduzione a cura del Prof. G. Restelli.

Martedì 14 giugno ore 20.45 Cinema Ratti – Corso Magenta 9 – Legnano

  “Il cammino della libertà” film di Pietro Germi. Introduzione a cura del Prof. G. Restelli.

Martedì 28 giugno ore 20.45 Palazzo Leone da Perego – Via Gilardelli 10 – Legnano

  “Mamma mia dammi cento lire” racconti di emigrazione suonati e cantati da I Numantini, con inquadramento storico  del Prof. G. Restelli.

Ingresso libero! 

“La pazza gioia” di Paolo Virzì

Da venerdì 20 maggio a lunedì 6 giugno

Venerdì e Lunedì: 21.00
Sabato: 20.15 – 22.30
Domenica: 15.00 – 17.20 – 19.40 – 22.00
Sabato 28 maggio: RIPOSO
Giovedì 2 giugno: 15.00 – 17.20 – 19.40 – 22.00

La pazza gioia

Beatrice Morandini Valdirana ha tutti i tratti della mitomane dalla loquela inarrestabile. Donatella Morelli è una giovane madre tatuata e psicologicamente fragile a cui è stato tolto il figlio per darlo in adozione. Sono entrambe pazienti della Villa Biondi, un istituto terapeutico per donne che sono state oggetto di sentenza da parte di un tribunale e che debbono sottostare a una terapia di recupero. È qui che si incontrano e fanno amicizia nonostante l’estrema diversità die loro caratteri. Fino a quando un giorno, approfittando di una falla nell’organizzazione, decidono di prendersi una vacanza e di darsi alla pazza gioia.